Ai piedi del Vioz 2011 - 16' edizione


Venerdì 4 febbraio 2011

16° raduno scialpinistico in notturna

"Ai piedi del Vioz"


6° Memorial Roberto Casanova

Vittoria di Emma Menapace in capo femminile, arrivo appaiati di Guido Pinamonti e Marco Facchinelli in campo maschile.

 
Record di partecipazione a Peio alla 16ª edizione del raduno scialpinistico in notturna «Ai piedi del Vioz - Memorial Roberto Casanova», organizzato dalla locale sezione Sat con Soccorso alpino, gruppo Ana val di Peio, ufficio Iat Peio Fonti e Pejo Funivie spa. Ben 830 atleti hanno affrontato il tradizionale tracciato con partenza in linea a Peio Fonti e arrivo ai 2313 metri del rinnovato rifugio Doss dei Gembri, risalendo lungo le piste Taviela e Gembri. Dopo circa 6 chilometri, i primi a tagliare il traguardo con lo stesso tempo sono stati il noneso Guido Pinamonti, e  Marco Facchinelli entrambi della società Bogn da nia, in 43'50", distanziando di un minuto Thomas Martini (Brenta Team). Tempo strepitoso anche tra le donne: con 57'31", l'atleta di Tuenno Emma Menapace (Brenta Team) ha ottenuto la terza vittoria consecutiva in val di Peio, distanziando di mezzo minuto Elena Nicolini (Sat Molveno) e di 7 minuti Marika Giovannini (Mai Zeder Team).  Il trofeo societario «Memorial Roberto Casanova», in ricordo del giovane scomparso in una tragedia in montagna, è andato al gruppo Alpin Go Val Rendena, presente con ben 87 atleti. Il sodalizio rendenese ha preceduto i Sizzeri Sat Vermiglio e la Sat Molveno. Riconoscimenti anche al concorrente più anziano (Agostino Pace, classe 1941) e ai più giovani: Simone Panizza, classe 2004, Lisa Moreschini e Irene Canella (2002) e a Federica Moreschini (2001). Premio speciale anche per il primo under 18 al traguardo: l'atleta di Tuenno Valentino Bernhardt (Brenta Team) ha conquistato il trofeo in memoria di Carlo Canella, attivo socio della Sat Peio. Il raduno di Peio, come tutti i raduni scialpinistici delle Valli del Noce, partecipa all'iniziativa benefica "Scialpinismo e solidarietà" in favore dell'attività di padre Franco Odorizza, originario della Val di Non, missionario in Cile.

CLASSIFICHE
MASCHILE: 1) Pinamonti Guido (Bogn da Nia) 43’50”; 1) Facchinelli Marco (Bogn da Nia)  43’50”; 3) Martini Thomas (Brenta Team) 44’51”; 4) Mengon Luca (Ski Alp Rabbi) 45’24”; 5)  Salvadori Alex (Alpin Go Val Rendena) 45’43”; 6) Radovan Matteo (Sizeri Vermiglio) 46’00”; 7) Valentini Mirko (Sc 4 Ville) 46’11”; 8)  Marini Gianfranco (Us Baitona) 46’24”; 9) Penasa Mirko (Ski Alp Val di Sole) 47’11”; 10) Fenaroli Diego (Sci Cai Marone) 47’16”.
FEMMINILE: 1) Menapace Emma (Brenta Team) 57’31”; 2) Nicolini Elena (Sat Molveno) 58’00”; 3) Giovannini Marika (Mai zeder Team) 1h04’33”; 4) Toloni Elena (Adamello Ski Team) 1h04’36; 5) Bertolini Carola (Sizeri Vermiglio) 1h04’45”; 6) Corazza Manuela idem 1h06’07”; 7) Bonapace Valeria (Alpin Go Val Rendena) 1h06’25”; 8) Testini Sonia (Adamello Ski Team) 1h06’27”; 9) Peretti Pamela (Sat Taio) 1h07’26”; 10) Menapace Silvia (Brenta Team) 1h07’28”.