Consigli per una tranquilla escursione

Prima di intraprendere un'escursione è consigliabile leggere con attenzione la descrizione dell'itinerario, valutarne le difficoltà e compararla con il proprio grado di allenamento. E' importante studiare il percorso prescelto sulla cartina topografica e portarla con sè nello zaino insieme ad una bussola e un altimetro (oggi ci sono anche i GPS). E'consigliabile informarsi presso i gestori dei rifugi e se si scelgono itinerari particolarmente difficoltosi è opportuno rivolgersi a personale specializzato come le Guide Alpine.

Nel vostro zaino non deve mancare:

- berretto di lana
- occhiali protettivi e crema solare
- farmacia portatile
- giacca a vento
- maglione o camicia
- ricambi
- guanti
- viveri e bevande
- attenzione alle vostre calzature; solo gli scarponi con suola scolpita possono evitare di scivolare

Il tempo in montagna può cambiare rapidamente e una giornata iniziata col sole non sempre si conclude con le stesse condizioni meteorologiche. Mai sottovalutare la montagna e i cambiamenti climatici; la nebbia può portare fuori strada anche un alpinista esperto. Partire presto per rientrare presto è una buona precauzione e lasciare sempre detto a qualcuno la meta dell'escursione scelta.

Durante l'escursione:

- non abbandonare rifiuti sul terreno
- non accendere fuochi se non nelle aree predisposte
- non danneggiare o estirpare fiori e arbusti
- non molestare la fauna selvatica
- portare i cani al guinzaglio-
- non abbandonare la sentieristica tracciata